ph. S. Mazzotta

2015
Silvia Battaglio / Zerogrammi & Tangram Teatro

LOLITA

Creatura senza età che coagula in sé innocenza e perdizione, cura e sperpero del proprio corpo: Silvia Battaglio modella una Lolita che è luminosa ed eloquente espressione di quell’incapacità di vivere la propria vera età che non soltanto conduce alla tragedia i protagonisti del romanzo di Nabokov ma alimenta frustrazioni silenziose ovvero scelte dissennate di molti. Un’intuizione che l’artista racconta e sviluppa utilizzando un linguaggio omogeneo, in cui movimento coreografico e recitazione scivolano naturalmente l’uno nell’altra, articolando un discorso che inchioda il pubblico con la sua conturbante verità. 
(L. Bevione -  Sistema Teatro Torino)


credits

 

regia e interpretazione / by and with Silvia Battaglio | consulenza artistica / artistic advice Julia Varley | liberamente ispirato a / inspired by Lolita (Vladimir Nabokov) | coreografie e drammaturgia / choreography and dramaturgy Silvia Battaglio | suggestioni letterarie / literary references Charles Perrault, Pia Pera | musica / music Torgue&Houppin, Alva Noto, Bizet | disegno luci / light design Massimiliano Bressan | produzione / production Biancateatro | coproduzione / coproduction Odin Teatret (DK) |  sostegno alla realizzazione del progetto / support to the production Zerogrammi, Tangram Teatro | con il contributo di / with the contribution of Regione Piemonte, MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali