ph. S. Mazzotta

2022
Stefano Mazzotta/Zerogrammi

MOMENTO

Se non esci da te stesso, non puoi sapere chi sei. (J. Saramago)
If you don't step outside yourself, you'll never discover who you are (J. Saramago)

.

Momento costituisce il primo capitolo del più ampio progetto coreografico Il racconto dell’isola sconosciuta, liberamente ispirato all’omonima opera di José Saramago. La creazione si inscrive all’interno di un percorso di ricerca artistica intorno al tema della memoria, del tempo, del suo scorrere e della condizione emotiva e sociale che questa relazione innesca. Questo specifico primo capitolo di studio concentra la propria ricerca sul rapporto con il tempo presente, sulla condizione sospesa e incerta che traghetta le nostre esperienze e memorie verso i desideri futuri e le speranze di la da realizzarsi. Ciò che siamo è la somma di tutte le nostre esperienze, avvenimenti, emozioni vissute, delle conoscenze che abbiamo accumulato e delle lezioni che abbiamo o non abbiamo imparato, è una profondità che dimora sotto la pianta dei nostri piedi. Eppure la vita non è altro che un eterno presente e l’esistere è cosa dell’istante: il Goethiano Augenblick, il “momento” presente in un’assetata ricerca di senso, in uno spazio liquido metamorfico che è superficie fin dove i nostri occhi possono vedere, mentre fluttuiamo come isole sul passato sotto di noi che è sommerso sotto il mare del tempo.





Momento is the first chapter of the larger choreographic project The Tale of the Unknown Island, freely inspired by  José Saramago's novel. The creation is part of an artistic research path around the theme of memory, time, its flow and the emotional and social condition that this relationship triggers. This specific first chapter of study focuses its research on the relationship with the present time, on the suspended and uncertain condition that ferries our experiences and memories towards future desires and hopes to be fulfilled. What we are is the sum of all our experiences, events, lived emotions, the knowledge we have accumulated and the lessons we have or have not learned, it is a depth that dwells under the soles of our feet. Yet life is nothing more than an eternal present and existence is a thing of the instant: the Goethian Augenblick, the "moment" present in a thirsty search for meaning, in a metamorphic liquid space that is surface as far as our eyes they can see, as we float like islands on the past below us that is submerged under the sea of time.




un progetto di / a project by Stefano Mazzotta | con / with Amina Amici, Stefano Mazzotta | disegno luci / light design Tommaso Contu | col- laborazione alla drammaturgia / collaboration to the dramaturgy Silvia Battaglio| cura della produzione / care of the production Valentina Tibaldi segreteria di produzione / production assistant Maria Elisa Carzedda | produzione / production Zerogrammi | in collaborazione con / in collaboration with INTERCONNESSIONI 2021/Tersicorea_Cagliari | con il sostegno di / with the support of TAP_Torino Arti Performative, Regione Piemonte, MIC_Ministero della Cultura | creazione realizzata con il contributo di / creation realized with the contribution of SWANS NEVER DIE_un progetto ideato da / a project by Lavanderia a Vapore – Centro di Residenza per la Danza (Fondazione Piemonte dal Vivo, Coorpi, Didee Arti e Comunicazio- ne, Mosaico Danza, Zerogrammi) in collaborazione con / in collaboration with Operaestate Festival Veneto e Centro per la Scena Contemporanea CSC Bassano del Grappa, Triennale Milano Teatro, Fondazione Teatro Grande di Brescia, Festival Bolzano Danza – Fondazione Haydn, Il Cassero LGBTI Center – Gender Bender Festival, Mnemedance, Università degli Studi di Torino – Corso di laurea in DAMS