2018-2020

network e coproduzioni/network and coproductions

INTERCONNESSIONI

progetto di residenza artisti nel territorio / direzione artistica Simonetta Pusceddu

(Ai sensi dell’Intesa Stato/Regioni sancita il 21.9.2017 e in attuazione dell’articolo 43 (Residenze) del D.M. 27.7.2017)

con il sostegno di Regione Sardegna, MIBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Archeologica, belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Cagliari e le Province di Oristano e Sud Sardegna, Comune di Settimo S. Pietro, Arca del Tempo/Settimo San Pietro, Associazione Turistica Pro Loco/Comune Settimo San Pietro, Cooperativa Specus, Comune di Selargius, Cooperativa Bios/Comune di Sinnai.

In accordo con Zerogrammi/Torino e Twain/Roma  a garanzia della mobilità interregionale e la permanenza presso Residenze, in attuazione dell’articolo 43 “Residenze” del D.M. 27 luglio 2017 n.332, per il triennio 2018 – 2020.

In co organizzazione con CeDAC Sardegna.

 

progetti/projects

SIMPOSIO DEL SILENZIO” - Compagnia Zerogrammi/Torino

CORPO, SPAZIO, LUOGHI MAPPATURA DELL’EFFIMERO” - Compagnia C.ie Heliotropion Parigi

WALLPAPER” - Compagnia Sara Angius

COMA” - Compagnia Diego Sinniger

Elegìa delle cose perdute” - Zerogrammi

artisti e tutor/artists and tutor

Clotilde Tiradritti, Marianne Rachmuhl, Patrick Matoian, Lucrezia Maria Maimone, Lorenzo Crivellari, Sara Angius, Loretta D'Antuono, ​Simonetta Pusceddu, Anthony Mathieu, Stefano Mazzotta, Elena Ledda

Il progetto di residenza ”Interconnessioni” si basa sulla riappropriazione di siti emblematici, con l'obiettivo di rivalutare la ricchezza del patrimonio culturale nel senso più ampio, al fine di toccare gli aspetti tangibili (siti archeologici, industriali o naturali) e quelli più intangibili come l'artigianato e tradizioni, o conoscenze e pratiche del territorio prescelto. Prendendo in considerazione le peculiarità che caratterizzano il luogo, il progetto di residenza  artistica”Interconnessioni” legittima un lavoro di ricerca su linguaggi pluridisciplinari immersi in quelle che sono le peculiarità identitarie della Sardegna. Il progetto di residenza si basa su sistemi di sperimentazione site specific e sul concetto di interazioni corpo / spazio circoscritte. Per riattivare la memoria e l'identità di ciascun sito, allo stesso tempo reinterpretarlo e raccontarlo. attraverso i linguaggi contemporanei. 

The project Interconnessioni is based on the re-appropriation of emblematic sites, with the aim of re-evaluating the richness of the cultural heritage in the broadest sense, in order to touch the tangible aspects (archaeological, industrial or natural sites) and the more intangible ones as crafts and traditions, or knowledge and practices of the chosen territory. Taking into consideration the peculiarities that characterize the place, the project legitimizes a research work on multidisciplinary languages immersed in what are the peculiarities of identity of Sardinia. The residency project is based on site specific experimentation systems and on the concept of body and space interactions, to reactivate the memory and identity of each site, at the same time reinterpret it and tell it through contemporary languages.