top of page
2016

JENTU

ph. C. Guglielmi

progetto, regia e coreografia /  project, direction and choreography Stefano Mazzotta | con /  with Chiara Guglielmi, Stefano Mazzotta | drammaturgia e collaborazione all'allestimento / dramaturgy and collaboration to the direction Fabio Chiriatti | disegno luci / light design Alberta Finocchiaro | produzione / production Zerogrammi | coproduzione / coproduction Pim Off (It), CASA LUFT (It) | un ringraziamento a / thanks to Chiara Michelini,  Villa Cultura (It), Tersicorea T.Off (It) | con il sostegno di / with the support of Regione Piemonte, MIBAC




(...) Semplicemente il viaggio verso le proprie aspirazioni, le proprie passioni, la propria bellezza. Così tentano, falliscono, ricominciano, senza mai perdersi d'animo i due protagonisti di Jentu. Novelli Don Chisciotte, anti-eroi contemporanei, che perseguono i propri ideali, viaggiando insieme, paralleli, spronandosi a vicenda. E' racchiusa in questa metafora poetica del viaggio e della non resa al mondo la riuscita di Jentu (...)

(Maria Luisa Buzzi | DANZA&DANZA)


(...) un racconto a tappe, composto da una potente gesticolazione e da larghi passi danzanti, quasi tesi e protesi ad elastico da una finestra, luogo d’incontri e partenze. L’hidalgo è un anti-eroe, combatte contro illusioni, glorie e potere mondani. Jentu nella sua forma rotonda e compiuta riesce a raccontare tutto ciò con poesia. (...)

(Marinella Guatterini | IL SOLE 24 ORE)


(...) Le coreografie ideate da Stefano Mazzotta evocano diversi stati d'animo, donandosi all'occhio e al cuore di chi guarda.

(Miriam Arensi | LA VOCE)


(...) La partitura fluida di contatti e prese, di complicità e fratellanza (che rarità vedere un duo che non evochi l’amore tra l’uomo e la donna!) si alterna a malinconici momenti di sospensione alla finestra: quasi la realtà, impossibile da ignorare, finisse sempre per richiamare a se stessa i due eroi. E anche se Chiara/Sancho non cessa si spronare il suo cavaliere (“alzati! corri! combatti!”), Stefano/Chisciotte, appeso il cappotto al chiodo, si allontana. Ma fuori dal palco, si sa, è ben più difficile dar corpo ai sogni.

(Maddalena Giovannelli | STRATAGEMMI)




© zerogrammi
bottom of page