top of page

DANZANDO MEMORIE SUL MARE: 2 call per partecipare!




DANZANDO MEMORIE SUL MARE

La natura mobile della cultura


Progetto a cura di Hangartfest

con la direzione artistica di Stefano Mazzotta/Zerogrammi



Hangartfest e Zerogrammi, insieme per PESARO 2024 CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA, lanciano 2 call per partecipare al progetto DANZANDO MEMORIE SUL MARE.


Di seguito maggiori informazioni e modalità di partecipazione:



Il progetto Danzando Memorie sul Mare, a cura di Hangartfest e con la direzione artistica del coreografo Stefano Mazzotta / Compagnia Zerogrammi, offre alla comunità di danzatrici e danzatori, l’opportunità di affiancare la compagnia nelle varie fasi di realizzazione del progetto. 


Danzando Memorie sul Mare è un processo corale, un percorso di ricerca partecipativo e intergenerazionale che segue una traiettoria di ricerca e pratica in grado di connettere le tradizioni musicali marchigiane alla danza contemporanea per esplodere in un grande evento finale in collaborazione con le comunità locali. 

In ciascuno dei borghi coinvolti - Belforte all’Isauro, Mondavio, Borgo Pace - saranno realizzati cicli di laboratori di movimento, a cura di Stefano Mazzotta / Zerogrammi aperti alla comunità e condotti da danzatori professionisti con il supporto di Thomas Bertuccioli, esperto etnomusicologo e conoscitore delle tradizioni musicali del territorio. Ciascun ciclo si concluderà con un momento di condivisione sotto forma di "festa danzante", che vuole essere compendio delle esperienze vissute nelle giornate precedenti e man mano che si procede con il lavoro nei vari borghi, fino ad arrivare a Pesaro, diventare un processo di accumulazione di esperienze e pratiche. 


Danzando Memorie sul Mare definisce la sua traiettoria di sviluppo a partire dalle ispirazioni e memorie provenienti dal ricco vocabolario dei fondi musicali marchigiani, vere e proprie biblioteche che testimoniano tradizioni, usi e costumi, che diventano, nelle pratiche e nei momenti pubblici in dialogo con le comunità locali, occasione per riformulare e reinterpretare al futuro la tradizione. Ripercorrere oggi l’esperienza di queste forme è un’occasione per ricontattare quella radice sapiente da cui tutti noi proveniamo e re-informare i corpi circa la propria storia e il senso identitario dell’oggi, riconnettendo passato e presente senza soluzione di continuità.


La festa danzante è il momento conclusivo dei laboratori svolti nel borgo, un momento festoso per presentare il processo di elaborazione delle memorie svolto nel corso della settimana. I danzatori e i partecipanti al laboratorio metteranno in “scena”, in una modalità aperta, dove anche chi non ha partecipato ai laboratori può inserirsi, le coreografie sviluppate nei giorni precedenti, con l’accompagnamento della musica dal vivo di Viva el Ball, coinvolgendo tutta la comunità. La festa danzante finale, che avverrà a Pesaro, avrà lo scopo di completare il mosaico iniziato durante il lavoro svolto con le comunità nei borghi. Sarà un'occasione per raccontare il territorio e celebrare le sue tradizioni, attraverso la danza e il movimento, in una grande performance/corteo festoso, coreografato da Stefano Mazzotta con musica dal vivo di Viva El Ball, che dal Parco Miralfiore arriverà fino al porto e al mare. Per chi vorrà, la performance continuerà anche in mare, dove i danzatori e i musicisti continueranno a danzare e a suonare fino al calar del sole, così per finire danzando memorie del mare. Sarà possibile accompagnarli salendo sulla motonave predisposta dagli organizzatori per l’occasione, tuttavia il numero di partecipanti a quest’ultima fase sarà a numero chiuso e su prenotazione, con una precedenza ai partecipanti dei laboratori del progetto.  




105 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


© zerogrammi
bottom of page