IL RIDICOLO DEL DRAMMA



Laboratorio di teatro danza ai confini del clown a cura di Federica Tardito

Affacciarsi al vasto mondo del CLOWN‚ inteso non come un personaggio‚ ma come uno stato d’animo al quale tendere per toccare un punto di grazia e innocenza. Diventare partecipi di un movimento vitale e liberatorio che ci offre uno sguardo compassionevole verso l’umano, capace di poterne sorridere. Il laboratorio pone una forte attenzione sulla pratica del proprio corpo, principale strumento di gioco con cui ristabilire un contatto profondo e sensoriale al fine di renderlo uno strumento sensibile‚ in continuo mutamento, in grado di creare nuove forme espressive ed emozionali. Permettersi l’inciampo sulla realtà‚ cogliendo la possibilità di allentare i confini di una seriosa tenuta. Gioco e leggerezza‚ per far emergere e smascherare le mille facce dell’IO, cogliendo con l’ausilio del distacco il suo goffo manifestarsi‚ per il piacere di osservarsi drammatici e sorprendersi ridicoli.

Rivolto a tutti coloro che desiderano giocare con curiosità e levità aspetti della propria personalità.



CALENDARIO


VENERDì 4 OTTOBRE DALLE 18.00 ALLE 22.00 SABATO 5 OTTOBRE DALLE 10.00 ALLE 18.00 DOMENICA 6 OTTOBRE DALLE 10.00 ALLE 18.00



QUOTA DI PARTECIPAZIONE


entro il 5 settembre: 105 € + 5 € (iscrizione Associazione Kado) + 10 € facoltativi (copertura assicurativa)

dopo il 5 settembre: 125 € + 5 € (iscrizione Associazione Kado) + 10 € facoltativi (copertura assicurativa)



+ INFO E ISCRIZIONI


Giorgia Dell’Uomo gio.delluomo@hotmail.it cell 338 2772001



BIO


FEDERICA TARDITO si forma principalmente come danzatrice iniziando gli studi di danza contemporanea alla Scuola Bella Hutter e al Teatro Nuovo di Torino. In Italia studia principalmente con Raffaella Giordano, Giorgio Rossi e Roberto Castello e in Francia con Hervé Diasnas, Isabelle Dubouloz e Hans Zullig; nel tempo si aggiunge il desiderio di studiare il lavoro dell’attore e del clown, incontra Danio Manfredini, il “Roy Hart Theatre”, Pierre Byland e Philippe Hottier. Dopo una riconosciuta esperienza professionale come interprete con coreografi/registi quali Giorgio Rossi‚ Roberto Castello‚ Georges Appaix e Pierre Byland, crea con Aldo Rendina la compagnia tardito/rendina, tratti dell’esperienza artistica e formativa li accomunano: un passato di nomadismo professionale‚ ma soprattutto il desiderio di confrontarsi con la creazione d’autore. Insieme assaporano il gusto e il piacere di percorrere le vie dell’ironia nelle sue diverse forme, sperimentando il piacere di osservarsi drammatici per sorprendersi ridicoli‚ cuore della loro poetica. Tra gli spettacoli più significativi Tempo regia di B. Franceschini, L’anatra, la morte e il tulipano regia di B. Franceschini, vincitore dell'Eolo Awards 2015 come migliore spettacolo di teatro ragazzi e giovani, Il Compito, “Oh heaven” (il Paradiso possibile), Circhio Lume e Gonzago's Rose. Da anni conduce attività pedagogiche‚ tra la danza, il teatro e il clown. Parallelamente alla frequentazione della scena intraprende un percorso di studi e ricerca sulla meditazione, pratica che utilizza anche nell'ambito artistico.

0 visualizzazioni